domenica 30 giugno 2013

IL LAVORO DEL COMITATO NON E' AFFATTO FINITO


IL COMITATO NON SMOBILITA.

Cari tutti,
In questi giorni i giornali hanno scritto cose positive, dando quasi per certa la salvezza degli alberi di mac mahon, si tratta sicuramente di un ottimo risultato visto le premesse iniziali. L’aver trovato un punto di incontro sulle modalità di operare sia con la commissione ambiente di zona guidata da Fedrighini che con la commissione ambiente del comune guidata da Monguzzi. L’aver ascoltato il presidente ATM dire che occorre una soluzione condivisa, e Maran fare passi verso le nostre tesi, sono sicuramente delle grandi soddisfazioni per tutti noi ma non siamo ancora alla vittoria finale. Anzi, il grosso del lavoro comincia ora.
Nei giorni scorsi ho ricevuto un paio di telefonate di persone che mi hanno chiesto se si doveva continuare la battaglia, se il comitato avesse avuto ancora senso una volta ottenuto il risultato di salvare gli alberi. La risposta mia è che al momento a parte le belle parole non abbiamo ottenuto ancora nessun risultato concreto e che quindi il comitato non solo non smobilita ma si deve preparare ad un lavoro ancora più serrato e faticoso.
Il primo passo sarà il documento che i tecnici dovranno scrivere insieme a Fedrighini questo documento è importante perché di fatto darà le linee del lavoro da fare, o meglio metterà nero su bianco gli accordi verbali che fin qui ci hanno visti tutti d’accordo, quindi il 9 luglio ci ritroveremo tutti per discutere di questo documento che ci verrà presentato sia dall’architetto Boatti che dal presidente della commissione ambiente di zona 8, successivamente il 10 luglio saremo in commissione ambiente del comune per sottolineare il nostro impegno a salvaguardia degli olmi. E a Dio piacendo il giorno 11 luglio la zona voeteà il documento ufficiale.
Da li inizierà il lavoro di valutazione e di controllo, che è una delle fasi più difficili, e noi non potremo mancare, perché la partita si giocherà li a partire da ottobre, quando inizieranno i lavori sulla linea del 12, gli agronomi e i tecnici dovranno valutare l’impatto degli alberi, e dovranno dirci però preventivamente quali metri di misura saranno usati, in modo da permetterci di partecipare alla fase decisionale.
Quanti alberi saranno messi in sicurezza? Quanti tagliati? E’ ancora un incognita anche se siamo tutti ottimisti e si sentono numeri assolutamente accettabili, rispetto al radere tutto al suolo che il comune aveva proposto inizialmente.
Ma dovremo vigilare, sarà un lavoro lungo, giorni e mesi, fino a due anni ci dicono, noi vogliamo essere parte attiva, verificare da vicino i lavori, conoscere le decisioni e se del caso valutarle caso per caso.
Insomma come vi dicevo il grosso del lavoro deve ancora venire, quindi il comitato non smobilità anzi, si deve rafforzare e quindi invito tutti voi ad essere parte attiva nel coinvolgere altri cittadini. Perché se da una parte è vero che siamo un esempio, dall’altra dobbiamo ancora costruire la vittoria, per salvare i nostri alberi e creare un precedente che possa salvare altri alberi. Quindi avanti tutti insieme e nella stessa direzione.
Buona domenica.

Lorenzo Croce
Coordinatore comitato civico tutela olmi di via mac mahon  per contatti 3478883546

sabato 29 giugno 2013

venerdì 28 giugno 2013

TUTTA LA RIUNIONE DI IERI MINUTO PER MINUTO (VIDEO)



QUI DI SEGUITO I LINK DEI FILMATI DELLA RIUNIONE DI IERI DELLA COMMISSIONE AMBIENTE SUGLI OLMI DI VIA MAC MAHON. UN GRANDE GRAZIE A MASSIMILIANO MONACO CHE HA GIRATO E MESSO IN RETE QUESTI FILMATI. cosi possiamo sentire passo passo come è andata la riunione.

1 PARTE

2 PARTE

3 PARTE

4 PARTE

5 PARTE

6 PARTE

IMMAGINI DELLA COMMISSIONE AMBIENTE DI IERI IN VIA MAC MAHON

servizio a cura di ALFIO SCIRE' RISICHELLA
L'INTERVENTO DELL'ARCHITETTO BOATTI DEL COMITATO CIVICO

IL PRESIDENTE ATM ROTA E QUELLO DEI COMITATO CROCE A CONFRONTO




PARTICOLARE DEL DISSESTO SEDE TRAM NON CERTO CAUSATO DAGLI ALBERI




UN MOMENTO DELLA COMMISSIONE


UN MOMENTO DELL'INTERVENTO DELL'ARCHITETTO BOATTI
IL PRESIDENTE ATM ROTA E QUELLO DEI COMITATI CROCE A CONFRONTO (1)


LA SITUAZIONE DOPO LA COMMISSIONE AMBIENTE DEL COMUNE


Caritutti,
non starò a relazionarvi direttamente sulla commissione ambiente di ieri mattina, ma vi rimando ai link dei giornali qui sotto riportati che danno una buona idea di quanto accaduto e di come si sta evolvendo (per noi in maniera positiva) questa situazione.
Vi metto però al corrente di quanto accadrà nei prossimi giorni e delle date importantissime di luglio.
1 - Nei prossimi giorni l'architetto Boatti, il dottor agronomo Pestalozza ed il presidente della commissione ambiente della zona 8 Enrico Fedrighini si confronteranno per arrivare alla stesura del documento definitivo che prevede ciò che è stato deciso: un intervento condiviso che salvi alberi e possa permettere l'ammodernamento della linea tramviaria. Gli aspetti tecnici li discuteremo appena il documento sarà pronto.
IL COMITATO SI RIUNISCE IL 9 LUGLIO ALLE 18.00 (VI COMUNICO PER TEMPO IL LUOGO DELLA RIUNIONE) PER DISCUTERE ED APPROVARE IN VIA PREVENTIVA IL DOCUMENTO SULLA SALVAGUARDIA DEGLI ALBERI CHE PRIMA DI ANDARE IN VOTAZIONE IN CONSIGLIO DI ZONA SARA' PREVENTIVAMENTE DISCUSSO DA NOI. ALLA RIUNIONE DEL COMITATO SARA' PRESENTE ANCHE IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE AMBIENTE  ENRICO FEDRIGHINI CHE IN PRIMA PERSONA ILLUSTRERA' IL DOCUMENTO AL QUALE STANNO LAVORANDO LUI STESSO CON I NOSTRI BOATTI E PESTALOZZA.

10 LUGLIO - RIUNIONE DELLA COMMISSIONE AMBIENTE COMUNE DI MILANO A PALAZZO MARINO (DATA E ORA IN FASE DI CONFERMA)

11 LUGLIO IL CONSIGLIO DI ZONA VOTA IL DOCUMENTO DEFINITIVO. 

ovviamente continua la raccolta firme. 

ARTICOLI DI GIORNALE RELATIVI ALLA COMMISSIONE DI IERI
il giornale

milano today

eco delle città

corriere della sera
vi ricordo inoltre che tutti i giornali cartacei hanno una pagina dedicata alla riunione di ieri sulla edizione di oggi venerdi 28 giugno 2013 e comunque man mano aggiorneremo il blog con i nuovi articoli e le foto. 

domenica 23 giugno 2013

ATTIVITA' DELLA SETTIMANA DEL COMITATO MAC MAHON


Carissimi tutti,
innanzitutto mi scuso per non essere riuscito ad avvisare tutti dello spostamento in avanti della conferenza stampa prevista per la scorsa settimana, ma visto l'incalzare degli eventi che culmineranno giovedi nella visita della commissione ambiente del comune agli alberi di mac mahon si è deciso di spostare piu avanti la conferenza stampa, in modo da poter dare comunicazioni definitive. 

ecco di seguito il calendario delle attività della settimana compresa tra il 24 ed il 30 giugno 2013

raccolta firme
prosegue almeno fino a fine mese la raccolta firme, invito tutti coloro che hanno moduli pieni a consegnarli al bar fashion, sono particolarmente deluso dell'assenza di disponibilità per presidiare banchetti al mercato, nessuno si è fatto vivo, e non parlo dei soliti sei o sette ma di tutti gli altri residenti.... ogni occasione persa è un punto in piu per i nostri avversari. 
comunico invece che si sono messi a nostra disposizione per la raccolta firme i responsabili del teatro on-off che contatterò nei prossimi giorni per organizzare dei tavoli di raccolta firme in occasioni delle iniziative del teatro. a loro va il nostro grazie anticipato.

COMMISSIONE ZONA
Mercoledi sera dalle 21 alle 23 presso il consiglio di zona di via quarenghi, ci sarà una commissione ambiente con la presenza di maran dove sarà presentata la proposta emersa dai cittadini cioè quella di salvare alberi e tram. vi invito numerosi.

COMMISSIONE AMBIENTE COMUNE
Giovedi mattina alle ore 11 si svolgerà un sopralluogo della commissione ambiente del comune di Milano agli alberi di mac mahon tratto compreso tra piazza diocleziano e via monte ceneri. l'appuntamento per tutti noi è alle 10.50 all'angolo tra via mac mahon e via principe eugenio da dove si muoveranno anche i commissari. si prega la massima presenza.

martedì 18 giugno 2013

SOPRALLUOGO COMMISSIONE AMBIENTE COMUNE DI MILANO IN VIA MAC MAHON


OGGI POMERIGGIO SONO STATO A COLLOQUIO CON I FUNZIONARI DELLA COMMISSIONE AMBIENTE DEL COMUNE DI MILANO E VI CONFERMO CHE IN ACCOGLIMENTO DELLA DOMANDA PRESENTATA DA ALCUNI CONSIGLIERI COMUNALI LA COMMISSIONE AMBIENTE DEL COMUNE DI MILANO ALLARGATA PER L'OCCASIONE ALLA PARTECIPAZIONE DEL CONSIGLIO DI ZONA E DI UNA DELEGAZIONE DEL NOSTRO COMITATO EFFETTUERA' UN SOPRALLUOGO SUL FILARE DEGLI ALBERI DI VIA MAC MAHON

IL SOPRALLUOGO AVVERRA' GIOVEDI 27 GIUGNO ALLE ORE 11.
IL PROGRAMMA COMPLETO SARA' RESO NOTO NEI PROSSIMI GIORNI.

si tratta di un ulteriore passo in avanti, durante quel sopralluogo avremo modo di presentare anche ai consiglieri comunali della commissione ambiente le nostre firme, per questo vi invito caldamente a continuare la raccolta firme fino almeno al 25 giugno. consegnando quelle in vostro possesso al bar fashion di via mac mahon 78 tutti i giorni tranne il sabato (chiuso per turno).

ORA LA BATTAGLIA ENTRA NEL VIVO E NOI NON SAREMO PRESENTI COMBATTIVI COME SEMPRE CON L'UNICO SCOPO DI SALVARE GLI ALBERI DI MAC MAHON

COMMISSIONE PALAZZO MARINO E CONFERENZA STAMPA

HO RICEVUTO QUESTA MATTINA UNA COMUNICAZIONE DAL CONSIGLIERE COMUNALE IGOR GHEZZI CON LA QUALE SI COMUNICAVA LA RICHIESTA DI CONVOCAZIONE DI UNA COMMISSIONE AMBIENTE COMUNALE DEDICATA ALLE QUESTIONI DEGLI OLMI DI MAC MAHON. APPENA AVUTA COMUNICAZIONE SONO ANDATO A PALAZZO MARINO A PARLARE CON I CONSIGLIERI (LE SEGRETARIE) CHE IN QUALCHE MODO FINO AD OGGI CI SONO STATI VICINI DIRETTAMENTE ED INDIRETTAMENTE E VALE A DIRE: IEZZI (LEGA), CALISE (M5S), GIUNGI (PD) E CON IL CONSIGLIERE DEPASQUALE DEL GRUPPO PDL CHE HA RICHIESTO LA CONVOCAZIONE. A TUTTI HO CHIESTO DI ESSERE CONTATTATO PER POTER CAPIRE QUALI SONO LE SINGOLE POSIZIONI DEI CONSIGLIERI E DEI GRUPPI CONSIGLIARI SULLE PROPOSTE NOSTRE E DELLA ZONA 8. NEL POMERIGGIO DOVREI SENTIRE TUTTI, ED OVVIAMENTE COME SEMPRE, SARA' MIA CURA RELAZIONARE SUL BLOG, CON MAIL PERSONALE E SU PAGINA FB. NEL FRATTEMPO DOPO ESSERMI CONSULTATO CON IL DOTTOR PROFESSOR ARCHITETTO GIUSEPPE BOATTI ABBIAMO DECISO DI RINVIARE LA CONFERENZA STAMPA PREVISTA PER GIOVEDI, IN MODO DA RAVVICINARLA ALLA DATA DELLA COMMISSIONE QUANDO OLTRE ALLE FIRME RACCOLTE POTREMO AVERE ALTRO MATERIALE DA METTERE A FUOCO. VI TENGO INFORMATI. 
LORENZO CROCE

lunedì 17 giugno 2013

CONFERENZA STAMPA SPOSTATA A GIOVEDI



PER MOTIVI TECNICO-ORGANIZZATIVI LA CONFERENZA STAMPA PREVISTA PER MERCOLEDI 19 GIUGNO ALLE ORE 11.30 E' STATA SPOSTATA A GIOVEDI 20 GIUGNO SEMPRE ALLE ORE 11.30 E SEMPRE PRESSO IL FASHION CAFE' DI VIA MAC MAHON 78. CI SCUSIAMO PER L'INCONVENIENTE. 

MODULO RACCOLTA FIRME DA SCARICARE.


domenica 16 giugno 2013

RACCOLTA FONDI

NELLA SERATA DI VENERDI DURANTE LA RIUNIONE SONO STATI RACCOLTI 113 EURO DI QUESTO 23 SONO STATI CONSEGNATI PER IL PAGAMENTO DEI VOLANTINI, QUINDI LA POST PAY HA ORA UN CARICO DI 90 EURO.

COMUNICAZIONI VARIE INIZIATIVE PROSSIMA SETTIMANA


1 A SEGUITO DELLA RIUNIONE DI VENERDI SCORSO VI RICORDO CHE IL COMITATO HA DECISO DI AVVIARE LE PRATICHE PER DIFFIDARE ATM PER LA POSSIBILE INTERRUZIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO. VI TERREMO INFORMATI SUI TEMPI DI FIRMA E INVIO DELLA DIFFIDA.

2 SABATO 15 IN PIAZZA DIOCLEZIANO IL MOVIMENTO CINQUE STELLE HA RACCOLTO QUASI 500 FIRME DELLA NOSTRA PETIZIONE. COME ABBIAMO GIA AVUTO MODO DI RICORDARE IN DIVERSE OCCASIONI LA PETIZIONE E' PROMOSSA ESCLUSIVAMENTE DAL COMITATO CIVICO MA CHIUNQUE ADERISCE AL COMITATO E CI AIUTA A RACCOGLIERE FIRME E' IL BENVENUTO, IN QUESTO CASO SONO GLI ESPONENTI DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE, SIAMO CERTI CHE IN FUTURO TOCCHERA' AD ALTRI PARTITI ED ALTRE FORZE SOSTENERE CON LE MODALITA' CHE RITERRANO LA NOSTRA INIZIATIVA. A LORO VA IL NOSTRO SINCERO RINGRAZIAMENTO ANCHE PERCHE' ESSENDO STATO PRESENTE IO PER DIVERSE ORE AL BANCHETTO POSSO CONFERMARE CHE NON C'E' STATO MAI NESSUN TIPO DI STRUMENTALIZZAZIONE. ANZI, GLI ATTIVISTI DEL CINQUE STELLE HANNO SEMPRE SPECIFICATO CHE LA RACCOLTA DI FIRME E' A SOSTEGNO DELLA NOSTRA PETIZIONE. QUINDI VORREI RINGRAZIARE LORO, ED INVITARE QUELLE TRE PERSONE CHE SI SONO LAMENTATE,AD ATTIVARSI PER RACCOGLIERE A LORO VOLTA LE FIRME. NE SAREMO GRATI COSI COME SIAMO GRATI A TUTTI COLORO CHE SI STANNO DANDO DA FARE PER LA SALVAGUARDIA DEGLI ALBERI DI MAC MAHON

3 RICORDO CHE MERCOLEDI ALLE ORE 11.30 PRESSO IL FASHION CAFE' DI VIA MAC MAHON 78 SI SVOLGERA' LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DELLE INIZIATIVE DEL COMITATO TUTTI COLORO CHE LO DESIDERANO SONO INVITATI ALL'INCONTRO CON LA STAMPA

4 RICORDO CHE SEMPRE PRESSO IL FASHIO CAFE' E'ATTIVATO IL PUNTO DI RACCOLTA DELLE FIRME. INVITO TUTTI COLORO CHE HANNO DEI MODULI COMPLETI A CONSEGNARLE ENTRO MARTEDI SERA, MENTRE LA RACCOLTA PROSEGUE SICURAMENTE FINOA FINE MESE

PER RICHIEDERE I MODULI CHE SONO ANCHE SCARICABILI DA QUESTO BLOG SI PUO' TELEFONARE AL 3478883546


sabato 15 giugno 2013

VIA MAC MAHON. POSIZIONATI SASSI SUI BINARI DEL TRAM 12


VIA MAC MAHON. POSIZIONATI SASSI SUI BINARI DEL TRAM 12
alcuni imbecilli hanno posizionato sassi sui binari

Milano (15 giugno 2013) – “Un gesto stupido ed una provocazione inaccettabile”. Cosi Lorenzo Croce presidente AIDAA e coordinatore del comitato civico per la tutela degli olmi di Via Mac Mahon a Milano definisce il gesto avventato accaduto nella serata di ieri, quando alcune persone non identificate hanno posizionato dei sassi proprio sui binari della linea del tram 12 sul tratto di Via Mac Mahon tra Piazza Diocleziano e Viale Monte Ceneri, costringendo il conducente del tram a fermarsi, scendere e spostare i sassi che intralciavano il cammino di uno dei pochi tram in circolazione nella serata di venerdì 14 giugno, proprio nella zona dove era in corso la riunione del comitato civico presso il Fashion Cafè al civico 78 di via Mac Mahon. Proprio mentre una sessantina di persone aderenti al comitato stavano discutendo sulle iniziative in atto per salvare gli olmi è arrivata la notizia che il conducente di un tram era stato costretto a fermare la vettura e scendere per spostare dei sassi messi sui binari con il chiaro intento di rallentare la corsa. “Chiunque sia l'autore del gesto- dice Croce- merita la nostra condanna, noi siamo per la tutela degli alberi ma non siamo contro i tram. Anzi nella nostra raccolta firme che ha superato abbondantemente le 2200 firme chiede si il mantenimento del viale alberato, ma aggiunge anche la necessità di mantenere i tram quali mezzi ecologici e non inquinanti che permettono a migliaia di milanesi di spostarsi ogni giorno. Certo è- conclude Croce- che il fatto che tale gesto sia avvenuto proprio mentre ci riunivamo e proprio nelle vicinanze del nostro luogo di riunione non ci lascia tranquilli, e se si trattasse di una provocazione, non solo la respingiamo al mittente, ma la condanniamo come gesto stupido ed insensato”.

giovedì 13 giugno 2013

INCONTRO DOMANI E RACCOLTA FIRME

RICORDO A TUTTI VOI L'INCONTRO DI DOMANI VENERDI 14 GIUGNO ALLE ORE 21 PRESSO IL FASHION CAFE' DI VIA MAC MAHON 78 CON INIZIO ALLE ORE 21.00. SI PREGA NELLA MASSIMA PUNTUALITA'. 
CON L'OCCASIONE SI RICORDA CHE DOMANI SERA SARA' POSSIBILE CONSEGNARE LE FIRME GIA RACCOLTE, MENTRE IL FASHION CAFE' E' IL PUNTO DI RACCOLTA PER LE FIRME ANCHE PER I PROSSIMI GIORNI. 
DOMANI SERA SI FARANNO ANCHE I TURNI PER LA RACCOLTA FIRME AL MERCATO.
LORENZO CROCE

martedì 11 giugno 2013

OLMI MAC MAHON. L'EUROPA APRE ALLA PROPOSTA AIDAA

SI APRE LA BATTAGLIA A LIVELLO EUROPEO PER LA TUTELA DEGLI OLMI DI MAC MAHON, QUESTA MATTINA CON LA LETTERA CHE PUBBLICHIAMO QUI SOTTO IL PARLAMENTO EUROPEO CI HA FATTO SAPERE DI ESSERE DISPONIBILE A DISCUTERE DELLA PROPOSTA AIDAA PER TRASFORMARE VIA MAC MAHON IN UN MONUMENTO ECOLOGICO EUROPEO. 
ECCO LA LETTERA GIUNTA OGGI

leggi la proposta aidaa presentata al parlamento europeo lo scorso 4 maggio

COMITATO OLMI MAC MAHON: RACCOLTE 1.500 FIRME IN DUE GIORNI

COMITATO OLMI MAC MAHON: RACCOLTE 1.500 FIRME IN DUE GIORNI


Milano (11 giugno 2013) – E' iniziata la raccolta firme promossa dal Comitato Civico di tutela degli Olmi di Via Mac Mahon a Milano le firme verranno raccolte casa per casa, condomino per condominio, nei negozi commerciali e nei mercati di zona. La raccolta delle firme è iniziata sabato ed a oggi pomeriggio alle 16 sono già state raccolte oltre 1.500 firme. Le firme sono raccolte su un testo specifico che parte dalla totale tutela degli olmi di via Mac Mahon prevedendo un piccolo intervento sul primo tratto solo sui pochi alberi (meno di una decina secondo il comitato) che effettivamente possono in qualche modo disturbare con le radici i binari del tram. Inoltre la raccolta firme chiede di mantenere la linea 1 del tram riconoscendone il valore ecologico e di importanza viaria per i cittadini milanesi. Infine la raccolta firme chiede al sindaco, alla giunta comunale, al consiglio comunale di Milano, al consiglio di Zona 8 ed alla commissione ambiente del consiglio di zona 8 anche il mantenimento della caratteristica urbanistica della via Mac Mahon che prevede la presenza dei due filari di olmi. “L'obbiettivo- ci dice Lorenzo Croce coordinatore del comitato- è quello di raggiungere entro la fine del mese di giugno le 5.000 firme tra i residenti ed i lavoratori della zona. Abbiamo scritto chiaramente nel testo- continua Croce- che vogliamo mantenere gli alberi ed anche la linea tramviaria 12. Chiediamo inoltre al comune ed all'ATM di rivedere l'intervento sugli alberi limitandolo a quei pochi, che a nostro avviso sono meno di una decina che in qualche modo incidono con le radici sulle rotaie. Ora aspettiamo serenamente le risposte ai quesiti tecnici che abbiamo avanzato ad ATM nei giorni scorsi sapendo che la maggioranza della gente ama questi alberi e vuole difenderli a tutti i costi”. La prossima riunione del comitato è prevista per venerdi 14 giugno alle ore 21 presso il FASHON BAR di via Mac Mahon 78 a Milano.
Per info 3478883546- 3926552051

allegati
1- pagina blog comitato con i filmati della riunione del comitato in pecetta

lunedì 10 giugno 2013

CONVOCAZIONE RIUNIONE COMITATO VENERDI 14 GIUGNO

VIA MAC MAHON 78 - SI E' MESSO A DISPOSIZIONE PER DARCI LA SALA GRATIS SEMPRE. GRAZIEEEE

CARI TUTTI
VI COMUNICO CHE VENERDI ALLE ORE 21 E' STATA CONVOCATA LA RIUNIONE DEL COMITATO CIVICO PRESSO IL BAR FASHION CAFE' DI VIA MAC MAHON 78 A MILANO
NEL CORSO DELLA RIUNIONE SI FARA' IL PUNTO DELLA SITUAZIONE IN SEGUITO ALLA RIUNIONE CHE SI SVOLGERA' DOMANI SERA (MARTEDI) ALLA PECETTA ORGANIZZATA DALLA ZONA.
INOLTRE PARLEREMO DELLA RACCOLTA FIRME CHE STA PROCEDENDO DAVVERO BENE E DEL VOLANTINAGGIO.
VI CHIEDO DI INFORMARE ANCHE TUTTI COLORO CHE NE SONO INTERESSATI MA CHE NON POSSIAMO RAGGIUNGERE VIA EMAIL O VIA TELEFONICA (TUTTI COLORO CHE HANNO LASCIATO IL TELEFONO E NON LA MAIL SARANNO CONTATTATI DOMANI DIRETTAMENTE DA ME).
PARLEREMO INOLTRE DELLE ALTRE INIZIATIVE CHE STIAMO METTENDO IN CANTIERE.
VI PREGO DI ESSERE PRESENTI IN QUANTO PENSIAMO CHE A QUESTA RIUNIONE PARTECIPERANNO ANCHE I COMMERCIANTI CHE SI STANNO PRODIGANDO CON NOI PER RACCOGLIERE LE FIRME.
VI RICORDO CHE OGNI COMUNICAZIONE SARA' PUBBLICATA ANCHE SUL BLOG
http://comitatocivicoolmi.blogspot.it/

VOLEVO INOLTRE RINGRAZIARE L'AMICO MONACO RAFFAELE TITOLARE DEL FASHION CAFE' CHE HA DECISO DI METTERE A DISPOSIZIONE LA SALA DEL SUO BAR COME PUNTO DI RIFERIMENTO PER LE RIUNIONI DEL COMITATO. QUINDI SE SIAMO IN ZONA ANDIAMO A TROVARLO E A BERCI UN BUON CAFFE'
A VENERDI SERA

giovedì 6 giugno 2013

ALCUNE IMMAGINI DELLA RIUNIONE DI IERI

ECCO DI SEGUITO ALCUNE IMMAGINI DELLA RIUNIONE DEL COMITATO DI IERI AL CAM PECETTA DI MILANO
foto di ALFIO SCIRE


VOGLIONO TAGLIARE QUESTI OLMI. VERGOGNA


VERBALE RIUNIONE COMITATO DEL 31 MAGGIO

Verbale riunione del 31.05.2013, ore 18, al bar di piazza Castelli
 

 
Presenti:
  1. Lorenzo Croce (presiede la riunione). Gli altri presenti, i cui nomi sono indicati nell’elenco qui sotto, sono seduti uno di fianco all’altro in senso orario.
  2. Carlo Biraghi, studente architettura
  3. Arch. Boatti
  4. Maria Grazia Manzoni
  5. Vincenzo Cicciotto
  6. Alba Zanatta
  7. Lorenza Zanatta
  8. Maurizio Manzoni
  9. R. Alfio Sciré
  10. Enrico Salerani
  11. Franco (scrivente)
  12. Salvina Inzana
  13. Delia Fortunati
 
Tutti intervengono dopo il presidente, uno dopo l’altro in senso orario (ma con qualche eccezione).

  1. Lorenzo Croce (presiede la riunione). Propone di costituirci in comitato. Tutti d’accordo. <<< Comitato tutela olmi di via Mac Mahon: taja no >>>. Si pensava a 2 interventi, 1. Volantino; 2. Individuare agronomo di ns. fiducia.
  2. Arch. Boatti. Assemblea di mercoledì scorso (via Pecetta): molte persone, 200 – 300, molto risentite e combattive, hanno interrotto / rimbeccato più volte.Novità non ne sono emerse.
Pensionati ATM non ragionano.  Difesa organizzata da dietro le quinte.
Pelizzoli (Bosco in Città) ha sostenuto la tesi che dopo 20 – 30 anni (si è fatto anche altrove) gli alberi vanno tagliati.
Marini, pres. Italia Nostra, era presente, ma non è intervenuto.
Fedrighini ha letto alcuni documenti.
Sul merito Arch. dice che i documenti del Comune sono negativi, perché contengono affermazioni anche false.  2 aspetti carenti:
a.      Non c’è dichiarazione sullo stato della linea ( “ATM ci ha chiesto di rifare la linea tranviaria”), ATM non è chiara, forse perché ci sono secondi fini.
b.      Aspetto botanico: Laura Gatti, agronomo, fa affermazioni su argomenti che non conosce (addirittura dice che gli olmi sarebbero uno schifo, vengono dalla Russia / Cina).  
L’ Arch. Boatti non conosce il profilo agronomico: gli risulta che ATM è intenzionata a metterla giù dura. Vediamo se il Consiglio di Zona interverrà, se no ATM taglia la linea.  
  1. Carlo Biraghi (parla dopo Boatti). E’ d’accordo con Boatti. E’ sensato dire che gli alberi, che danno fastidio al tram, sono 12 – 15. Qualcuno ha proposto di fresare / segare in parte le radici (poi, al massimo, l’albero dopo muore). Chiede se è vero che gli alberi vecchi vanno abbattuti (dopo 20 anni).  Non gli è chiaro se i tram attuali non vanno o se si vuole passare al Sirietto.
  2. Arch. Boatti (di nuovo). Un esame visivo dice che gli alberi che danno fastidio sono 10 – 20. Come stanno le traversine in legno ?
ATM ha tram appositi per verificare l’armamento della linea.
  1. Maria Grazia Manzoni. E’ d’accordo con Boatti.Occorre capire perché e se vogliono rifare i binari.   O.K. per l’agronomo.
  2. Alba Zanatta. Importante è l’informazione.
  3. Maurizio Manzoni. Fare volantinaggio, controllare la tossicità e fare paragone.
  4. R. Alfio Sciré (ex ATM).  Alberi importanti. Qui l’eventuale appalto per taglio alberi è grosso.  In via Sammartini (di fianco alla Stazione Centrale) hanno tagliato 10 alberi anziché 2.  Chi ha detto che gli alberi vanno tagliati dopo 20 – 30 anni ? E’ un giro di affari. A Milano ci sono pochi alberi e c’è più CO2 rispetto ad altre città europee.  E’ possibile che il lavoro ATM vada fatto; però ci sono presenti anche altri interessi economici: l’appalto è grosso, si mangia tanto.  Ci sono cooperative sospette.  ATM non deve parlare di alberi, è il Comune che deve intervenire.
  5. Enrico Salerani.  Fondamentale è che nei prossimi mesi l’intervento, eventualmente, riguardi solo gli alberi tra piazza Diocleziano e viale Monte Ceneri.
Il presidente del Consiglio di Zona / CdZ è d’accordo con il pres. di Bosco in Città.  Quella che vogliono è l’opzione 2 (intervento in pillole), ma il CdZ pensa che prevarrà l’opzione 4 (abbattimento totale). Per l’agronomo abbiamo   perso tempo.
  1. Franco (scrivente). E’ d’accordo per l’agronomo. Ritiene, salvo rivedere meglio, che gli alberi dannosi siano 3: due, uno da una parte e uno dall’altra, subito vicino (forse 30 metri ) a piazza Diocleziano, uno in corrispondenza della fermata prima di via Caràcciolo (venendo da piazza Diocleziano).   Bisogna sapere bene quanti sono gli alberi, devono essere numerati uno per uno.  Ci dovrebbe essere una relazione ufficiale di ATM, firmata.
  2. Salvina Inzani.  Di solito, se il Comune fa tagliare alberi, questi la ditta li porta via, ripianta alberi nuovi in sostituzione e ne cura la manutenzione per anni.  In via Sammartini gli alberi da tagliare erano 2, ne sono stati tagliati 15 per ragioni estetiche  !!!
Chi è responsabile del danno di via Sammartini vuole estendere il danno. Il valore degli alberi è valutato Euro 25 al quintale.
Il Comune vuole liberarsi dalla manutenzione.  Binari vecchi (le traversine sarebbero rifiuti speciali).  Nel Parco Nord hanno risolto il problema delle radici con teli speciali.  L’agronomo farà preventivo (Salvina si fida molto di lui:  è di Saronno).
  1. Delia Fortunati. Appoggia il discorso di Maurizio Manzoni; i dislivelli (nota dello scrivente: tra strada e bordo aiuola centrale alberata ?)  esistono da 30 anni.  Non viene fatta nessuna manutenzione: il 12 in via 22 marzo rallenta.
 
E’ stato completato così un giro completo di opinioni.
 
 
Parlano successivamente:
 
-          E. Salerani: trovare l’agronomo. Anche nella riunione precedente in via della Pecetta si diceva di creare un comitato.
-          Arch. G. Boatti: un embrione di comitato esiste già:  propone di riflettere su cosa dire in CdZ lunedì, il CdZ dovrebbe diffidare ATM dal tagliare i servizi (cioè:  dal lasciarci senza tram in via Mac Mahon).
-          E. Salerani: Fedrighini farà relazione di circa un’ora (sembra che la decisione dovrà ancora essere presa).
-          Arch. Boatti: la diagnostica di ATM non c’è. Arch. Scriverà i punti importanti da trattare nell’analisi tecnica:  se ATM non dà risposta, diffidiamo ATM.
-          L. Croce (presiede questa riunione).  Chi va in CdZ lunedì prossimo dica: noi siamo il Comitato; il CdZ chieda i documenti, si faccia parte attiva.  Ci sarà in CdZ lui stesso L. Croce con arch. Boatti (+ ovviamente  E. Salerani, che ne fa parte, è consigliere). Bisogna definire con l’agronomo, faccia un preventivo.   Prossima riunione: mercoledì 6 giugno, ore 17, in via della Pecetta (forse qui è E. Salerani, che precisa:  c’è un grande gazebo di fianco al cavalcavia Bàcula). Esamineremo il volantino;  se si può, prepararne la bozza.
-          Arch. Boatti:  vediamo se l’agronomo lavora gratis, se no faccia preventivo.
-          M. Grazia Manzoni: senza alberi le case perderebbero valore !!!
-          R. A. Sciré: l’Architetto ha detto che ha già circa 100 nomi definiti (per il Comitato); calibriamo bene il volantino: << Si è formato un comitato, salviamo gli alberi !!! >>.
 
La sostanza è rappresentata dai 4 punti indicati dal pres. Croce: 1 Comitato;  2. Riunione lunedì in CdZ;  3. Riunione pubblica mercoledì in via della Pecetta;  4. Agronomo;  5. Volantino (nota dello scrivente).
 
Riunione chiusa pochi minuti prima delle ore 20.  
 

F. del Felice

IL DOCUMENTO PRESENTATO DALL'ARCHITETTO BOATTI IN CONSIGLIO DI ZONA


IL VOLANTINO DISTRIBUITO DOMENICA SCORSA

QUESTO IL VOLANTINO DISTRIBUITO LA SCORSA SETTIMANA

NATO UFFICIALMENTE IL BLOG DEL COMITATO CIVICO OLMI MAC MAHON

Si è ufficialmente costituito il comitato di tutela degli olmi di via Mac Mahon a Milano. La costituzione ufficiale è avvenuta venerdi 31 maggio durante la riunione che si è tenuta in piazza Castelli a Milano alla presenza di numerosi cittadine e cittadini. Lo scopo del comitato è quello di trovare una soluzione condivisa che permetta la salvaguardia dei filari alberati di olmi di Via Mach Mahon ed allo stesso tempo trovare una soluzione che permetta la giusta sicurezza nella viabilità delle linee tramviarie. Per questo motivo come primo impegno il comitato nella giornata di domani lunedi 3 giugno sarà presente con una folta delegazione ai lavori della commissione ambiente del consiglio di zona dove si discuterà proprio del progetto del comune di Milano di tagliare gli olmi, il comitato domani chiederà ufficialmente al consiglio di zona di prendere degli impegni precisi per la tutela degli alberi, allo stesso tempo nei prossimi giorni il comitato darà incarico a un agronomo ed a un urbanista di realizzare una perizia "superpartes" che abbia come obbiettivo la salvaguardia degli alberi. Inoltro il comitato avvierà una serie di azioni di natura informativa dal volantinaggio, fino alla presenza nelle scuole, allo scopo di rendere edotta la popolazione sia sulla reale situazione del viale alberato, che sui rischi per la salute e per l'inquinamento qualora si procedesse al taglio degli alberi, sia anche per quanto riguarda gli aspetti storico-urbanistici ed architettonici della situazione ed infine sarà compito del comitato avviare anche una indagine per scoprire quali siano le ricadute di natura economica sul patrimonio urbanistico (minor valore delle case di circa il 20-25%) in caso di taglio degli olmi. Il comitato nasce allo scopo di proporre soluzioni alternative a quelle proposte dalla giunta comunale di Milano partendo da una posizione di dialogo tra le parti. La prossima riunione pubblica del comitato è prevista per mercoledi 5 giugno alle ore 17 presso la struttura di via Pecetta a Milano.